Forum di discussione del M.S.F.I. - www.msfi.it
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Le prime anticipazioni sul Decreto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Le prime anticipazioni sul Decreto   Sab Apr 25, 2009 11:15 am

Scende il prezzo dei generici puri, la farmacia restituirà gli extrasconti ma per un periodo di 12 mesi. Il risparmio ottenuto andrebbe a coprire le misure urgenti per il terremoto in Abruzzo.

Da fonte autorevole risulterebbe che il decreto legge, varato dal Consiglio dei Ministri nella riunione tenutasi ieri all'Aquila, ha recepito il contenuto dell'accordo siglato lo scorso 15 ottobre 2008 nell'ambito del Tavolo della farmaceutica. Stando a quanto trapelato finora, il prezzo di vendita al pubblico dei farmaci equivalenti puri, escluse cioè le specialità medicinali a brevetto scaduto, verrebbe ridotto del 12% fino al 30 dicembre 2009. Dalla riduzione sarebbero esclusi gli equivalenti il cui prezzo è stato determinato dopo il 30 settembre 2008. Sarebbe confermata anche la restituzione da parte delle farmacie dei cosiddetti extrasconti, attraverso una trattenuta dell'1,4% sul fatturato SSN, in due rate annuali, ma per un periodo di 12 mesi. Da questa misura sarebbero escluse le farmacie rurali che fatturano al Servizio sanitario meno 258.228 euro (al netto di IVA). Sempre secondo queste prime notizie, all'interno della filiera si avrebbe una nuova ripartizione del prezzo al pubblico dei generici: 58,65% alle aziende, il 6,65% alla distribuzione intermedia e il 26,70% alle farmacie; il restante 8% andrebbe ridistribuito tra farmacisti e grossisti secondo le regole di mercato, ferma restando la quota minima per la farmacia del 26,70%. Il mancato rispetto delle quote così determinate, anche con la cessione di quantitativi gratuiti di farmaci o di altra utilità economica, comporterebbe sanzioni per tutta la filiera del farmaco. In particolare, per la farmacia, è prevista l'applicazione della sanzione pecuniaria amministrativa da 500 € a 3.000 €; in caso di reiterazione della violazione, l'autorità amministrativa competente può ordinare la chiusura della farmacia per un periodo di tempo non inferiore a 15 giorni. Le economie derivanti dalle misure previste saranno finalizzate, per l'anno 2009, alla copertura degli oneri derivanti dagli interventi urgenti conseguenti all'evento sismico che ha colpito l'Abruzzo.

Fonte: Farmacista33, 24 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: Le prime anticipazioni sul Decreto   Mar Apr 28, 2009 2:47 pm

A conferma di quanto pubblicato su Farmacista33 dello scorso venerdì il decreto legge, varato nella riunione tenutasi a L'Aquila e che ha recepito, all'articolo 13, il contenuto dell'accordo siglato nell'ambito del Tavolo della farmaceutica del 15 ottobre 2008, è alla firma del Capo dello Stato e, pertanto, con ogni probabilità, sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed entrerà in vigore nel corso della settimana

A illustrare la decisione presa dal Consiglio dei ministri è stato il Sottosegretario con delega alla Salute, Ferruccio Fazio, a margine della presentazione dell'European Society for Virology, a Roma. Buona parte dei fondi ottenuti grazie alle misure previste nel decreto sui farmaci generici sarà destinata alla Regione Abruzzo. "Si tratta di una somma che, in totale, si dovrebbe aggirare intorno ai 300 milioni di euro". "Abbiamo fatto un accordo nell'ottobre scorso - ricorda Fazio - per mettere a norma gli sconti sui generici, che prima erano praticati in modo disorganizzato. Questo accordo è stato in parte modificato, vista la situazione, ed è stato applicato per recuperare fondi per la Regione Abruzzo. Così la somma recuperata per quest'anno sarà destinata in buona parte - sottolinea il sottosegretario - alla Regione" colpita dal sisma. Qualche perplessità in più in merito alle misure approvate in Consiglio dei Ministri arriva dal Direttore Generale dell'AIFA Guido Rasi: "Pur ribadendo la solidarietà mia personale e dell'AIFA alle popolazioni colpite dal terremoto, concretizzatasi anche nelle azioni di sostegno realizzate in raccordo con la Protezione civile, non posso esimermi dall'esprimere profonda preoccupazione per le conseguenze che le disposizioni sulla spesa farmaceutica contenute nel testo varato ieri dal CdM potranno avere sul settore che, in alcuni ambiti, è stato anch'esso duramente colpito dal terremoto" - ha detto Rasi in una nota. Oltre a non essere aderente a quanto congiuntamente concordato da tutti gli attori del mondo farmaceutico e delle Istituzioni attraverso l'Accordo siglato lo scorso ottobre al Tavolo Farmaceutico, la manovra approvata ieri, che prevede un taglio al tetto della spesa per l'assistenza farmaceutica territoriale pari a 400 milioni di euro (portandolo al 13,6% del FSN), rischierà di pregiudicare gravemente la possibilità di accesso di tutti i cittadini ai farmaci innovativi, come peraltro ho più volte sottolineato".

Fonte: Farmacista33, 28 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
 
Le prime anticipazioni sul Decreto
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» decreto 18 febbraio 2011 n° 52
» Proposte di emendamenti al "decreto sviluppo" dell'8 giugno
» I RIFIUTI MILITARI RIENTRANO SUBITO NEL SISTRI O SI DEVE ATTENDERE UN (FUTURIBILE) DECRETO ATTUATIVO (E NEL FRATTEMPO - DI FATTO - RESTANO ESENTI)?
» Decreto correttivo Sistri in dirittura d'arrivo: le regole per l'interoperabilita'
» La Camera approva in via definitiva il Decreto Rifiuti

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani - Forum :: Sezione pubblica :: Area sanitaria-
Andare verso: