Forum di discussione del M.S.F.I. - www.msfi.it
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Meno spesa, più ricette e tanta diretta

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Meno spesa, più ricette e tanta diretta   Gio Lug 09, 2009 11:44 pm

L'Agenzia italiana del farmaco (AIFA) ha presentato il Rapporto sull'impiego dei medicinali in Italia con riferimento al confronto internazionale, realizzato dall'Osservatorio nazionale sull'impiego dei medicinali

Nel Rapporto, relativo all'anno 2008, si è ricomposto un quadro complessivo della spesa per farmaci in Italia grazie alla disponibilità di dati che riguardano sia la dispensazione in farmacia (spesa privata e a carico del SSN), sia l'acquisto da parte delle strutture pubbliche (ospedali, ASL, IRCCS...) sia, infine, i dati di spesa derivanti dalla distribuzione diretta e per conto (questi ultimi per le 14 Regioni che hanno trasmesso centralmente i dati per l'anno 2008 secondo quanto previsto dal DM di fine luglio 2007). Nell'ultimo anno sono state 1,8 miliardi le confezioni di medicinali acquistate sul territorio (attraverso le farmacie) e si ferma al 67% la quota di spesa coperta dal Servizio sanitario nazionale. Una spesa che nel 2008 si attesta a 12.724 milioni di euro, soltanto 12 in più rispetto all'anno precedente. Crescono invece i consumi: i farmaci di fascia A prescritti sono infatti aumentati nello stesso periodo del 6,1% e se a tale incremento non corrisponde un proporzionale balzo in avanti della spesa pubblica è perché i prezzi delle specialità di classe A sono calati del 6,9%nel 2008. Sempre in tema di consumi, le statine si riconfermano al primo posto nella classifica dei gruppi terapeutici con maggiore incidenza sulla spesa (15,4 euro pro capite), seguite a ruota dagli inibitori di pompa protonica (14,2 euro pro capite). Aumenti rilevanti di spesa si osservano per gli antagonisti dell'angiotensina II da soli o in associazione con i diuretici (rispettivamente +9,8% e +14%), le insuline ed analoghi (+11,5%), gli antiepilettici (+10,Cool e i beta2 agonisti in associazione (+8,9%). Interessante il dato relativo alla distribuzione diretta e per conto. La spesa relativa ai prodotti erogati attraverso le strutture pubbliche, pari a 5,6 miliardi di euro, rappresenta circa un quarto della spesa complessiva per farmaci. La variabilità regionale della quota di spesa per questi medicinali è compresa tra il 17% della Calabria e il 31% di Bolzano. Questa variabilità riflette anche diverse possibili scelte nelle modalità di distribuzione di alcuni farmaci. Il maggior livello di spesa riguarda i farmaci antineoplastici e immunomodulatori (2,1 miliardi di euro), seguiti dagli antimicrobici per uso sistemico (1,2 miliardi) e dagli ematologici (923 milioni di euro).

Fonte: Farmacista33, 10 luglio 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
 
Meno spesa, più ricette e tanta diretta
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» PRESA DIRETTA DEL 10 FEBBRAIO 2014
» HELP-Obblighi di un'impresa edile con meno di dieci dipendenti.
» MUD produttore con meno di 11 dipendenti
» Ditta con meno di 15 dipendenti - Ultimo decreto correttivo
» Smaltimento ricette mediche

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani - Forum :: Sezione pubblica :: Area sanitaria-
Andare verso: