Forum di discussione del M.S.F.I. - www.msfi.it
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  Accedi  

Condividere | 
 

 La farmacia stipendiata?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
C.Lazzeri
Farmacista M.S.F.I.


Maschile Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 15.04.08

MessaggioOggetto: La farmacia stipendiata?   Mer Feb 17, 2010 9:34 pm

Il Dr. R.Mori, su un altro forum, provocazione o no, dice una cosa interessante: in sostanza "fare come i medici di famiglia", una volta obbligati ai turni e schiavi del lavoro, senza ferie, mentre oggi la pacchia è colossale, dati tutti i privilegi di cui godono, fra i quali l'orario di lavoro. 1 o 4 ore al giorno allo stesso prezzo, per cui...1 ora è più che sufficiente...
Il "però" nasce soprattutto dalle differenze immense che vi sono da farmacia a farmacia. Non possiamo "accaparrarci" i pazienti, il fatturato varia molto da una realtà all'altra, i servizi pure, i dipendenti idem.

Dunque un bel macello riuscire a parametrare il tutto in uno stipendio adeguato per il titolare, anche per mandare avanti l'azienda e rinnovarla, ogni tot.
I collaboratori? Chi li paga? Il titolare non più, se i guadagni non lo permettono, dunque ci pensa l'USL? Dubito, nel senso che funzionerebbe come a livello della sanità pubblica, dove si taglia, si taglia, si taglia, senza pensare ai disagi e disservizi.

Diciamo francamente che sarebbe un sogno non avere più "impegni economici" per i farmaci A, avere uno stipendio forfettario adeguato e quindi permettersi anche riduzioni drastiche di orario, tanto siamo pagati lo stesso!
Per il paziente sarebbe un disastro. Già lo vediamo con la DPC, dove farmaci salvavita sono centellinati: Hai un paziente? 1 confezione in ministock. Hai 5 pazienti? 1 confezione in ministock! Hai 20 pazienti? 1 confezione in ministock!!
In pratica sei sempre senza farmaco, il paziente deve tornare, il sabato sera e la domenica non si può ordinare niente, non puoi prenotare il farmaco se non hai i codici della ricetta medica.

Quanto "sparerebbe" il nostro sindacato per un degno onorario?
70 cent, come "onorario professionale per la presa in carico del paziente in integrativa diabete"? Offensivi, no?
E come parametriamo questo famoso stipendio? E come trattiamo gli straordinari a cui ci dobbiamo sottoporre?

E' tanto tempo che sento parlare di remunerazione mista.
Ne sappiamo qualcosa o la spariamo lì perché è di moda e foneticamente gradevole?

Dr. Racca, cosa ne pensa? Quanto chiederebbe? Soprattutto, se mi permette, COSA chiederebbe?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
La farmacia stipendiata?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Deposito temporaneo in farmacia e sconfezionamento farmaci scaduti
» Acquistare Pearly, LadyComp, BabyComp in farmacia
» farmacie
» Deposito temporaneo farmaci scaduti
» Tipi di Preservativi - profilattico

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani - Forum :: Sezione pubblica :: L'"Arena"-
Andare verso: