Forum di discussione del M.S.F.I. - www.msfi.it
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Pianta organica perfettamente compatibile con il diritto UE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Pianta organica perfettamente compatibile con il diritto UE   Mer Giu 02, 2010 9:14 am

In un momento di grande preoccupazione per la manovra economica, in cui Federfarma è intervenuta per chiedere modifiche, un segnale positivo giunge dalla UE, con la sentenza della Corte di Giustizia sulla pianta organica delle Asturie. Con tale sentenza, dopo la piena legittimità delle norme sulla proprietà della farmacia, anche quelle sulla pianta organica sono considerate ampiamente compatibili con il diritto comunitario.
Le norme sulla pianta organica, stabilite dalla Regione spagnola delle Asturie, mirano, secondo la Corte di Giustizia UE, "... ad assicurare alla popolazione una fornitura di medicinali sicura e di qualità." Per la Corte le norme spagnole, che richiedono per l'apertura di nuove farmacie il soddisfacimento di criteri demografici e geografici, garantiscono il suddetto obiettivo dato che, in assenza di tali regolamentazioni, non si può escludere che i farmacisti si concentrino nelle località più attraenti, lasciando le località con meno appeal a disporre di un numero di farmacie insufficiente per assicurare un servizio farmaceutico sicuro e di qualità.
Questi i punti salienti delle motivazioni della sentenza del 1° giugno, la cui analisi completa sarà presto disponibile in circolare.

Fonte: Filodiretto Federfarma, 1 giugno 2010
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: Pianta organica perfettamente compatibile con il diritto UE   Gio Giu 03, 2010 9:40 am

Corte Europea: giusto regolare il servizio farmaceutico

I giudici del Lussemburgo giudicano compatibili con il Trattato europeo istituti come la pianta organica: si tratta di una limitazione a vantaggio di un equo accesso ai servizi per tutta la popolazione

La nuova sentenza della Corte di Giustizia Europea ribadisce la compatibilità della regolamentazione del servizio farmaceutico nazionale con le norme sulla libertà di stabilimento sancite dal Trattato europeo. La pronuncia del giudice è intervenuta a proposito di un rinvio pregiudiziale del Tribunal Superior de Justicia de Asturias (Spagna) che nutriva dubbi sulla compatibilità della normativa spagnola, che prevede un criterio geodemografico, analogo a quello italiano, in base al quale è fissato un quorum di 2800 abitanti per l'apertura di una nuova farmacia, con l'ulteriore requisito di una distanza minima di 250 metri tra una farmacia e l'altra. «La Corte ha ripetuto quanto sostenuto anche nella sentenza favorevole all'Italia rispetto alla titolarità riservata ai farmacisti» dice il Presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani Andrea Mandelli. «Queste norme sono effettivamente una limitazione della libertà di stabilimento, ma una limitazione proporzionata alla necessità di garantire l'accesso al farmaco e, di conseguenza, la tutela della salute in modo omogeneo sul territorio nazionale, evitando che le farmacie si concentrino nelle zone più favorevoli, lasciando sguarnite le aree disagiate». I giudici hanno comunque rilevato che l'applicazione rigida di questi criteri può generare delle contraddizioni: in un'area rurale a bassa densità di popolazione il rispetto del quorum può portare alla presenza di una sola farmacia in un'area molto vasta; al contrario, rispettare il criterio della distanza in una zona molto popolosa (il centro di una metropoli, per esempio) può far sì che operi una sola farmacia in un quartiere con una popolazione molto superiore al quorum stesso. Tuttavia i giudici del Lussemburgo dicono che spetta al giudice nazionale vigilare che l'applicazione della norma generale, che prevede eccezioni per situazioni particolari, non contrasti con la sua finalità di garantire un accesso adeguato al farmaco da parte della popolazione. «Bisogna sottolineare» aggiunge Mandelli «che l'indicazione della Corte va nella stessa direzione dei progetti di riforma del servizio farmaceutico italiano, attualmente all'esame della Commissione Igiene e Sanità del Senato, che prevedono appunto la deroga dalla pianta organica per particolari situazioni». Per la Federazione, anche questa pronuncia è una conferma della validità dei principi che reggono l'organizzazione del servizio farmaceutico italiano, che già oggi è al primo posto nel gradimento dei cittadini, così come conferma la validità della visione del Ministero della salute che ha individuato nella farmacia uno dei perni dell'assistenza sul territorio.

Fonte: Farmacista33, 2 giugno 2010
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
 
Pianta organica perfettamente compatibile con il diritto UE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Firme diritto commerciale Mirone
» diritto commerciale appello 26 maggio
» Diritto Annuale albo Gestori Ambientali
» Diritto commerciale - Macrì
» L'insegnante di sostegno in compresenza ha diritto di usufruire del pasto?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani - Forum :: Sezione pubblica :: Area sanitaria-
Andare verso: