Forum di discussione del M.S.F.I. - www.msfi.it
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 'Genitori, attenti ai farmaci da banco'

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: 'Genitori, attenti ai farmaci da banco'   Lun Ago 30, 2010 8:12 pm

I genitori, nel curare i propri figli, spesso eccedono nell'uso di farmaci da automedicazione o commettono errori nel dosaggio: l'allarme è stato lanciato nel corso della conferenza dell'International Pharmaceutical Federation, svoltasi a Lisbona.

http://newsletter.federfarma.it/nmanager/inc/rdr.asp?11094___10830161253___http://newsletter.federfarma.it/nmanager/assets/fd-10-08/100830_b.pdf

Fonte: La Stampa - Segnalato da Filodiretto Federfarma, 30 agosto 2010
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: 'Genitori, attenti ai farmaci da banco'   Mar Ago 31, 2010 10:55 am

La somministrazione dei farmaci Otc ai bambini da parte dei genitori espone a rischio di errori nel dosaggio. Lo sostiene uno studio australiano, condotto da Rebekah Moles dell'University of Sydney, presentato ieri a Lisbona alla conferenza annuale dell'International pharmaceutical federation. In particolare, gli errori riguardano medicinali per febbre, tosse e raffreddore somministrati in pillole o sciroppo. I ricercatori hanno studiato per cinque mesi, 97 adulti reclutati in asili che accoglievano bambini tra i 4 e i 5 anni: 53 madri, 7 padri e 37 operatori. Nei test proposti, i volontari dovevano scegliere il farmaco, il dosaggio e lo strumento con cui somministrarlo, per esempio un cucchiaio o un cucchiaino. Il 44% avrebbe somministrato dosi sbagliate di medicinale, e solo il 64% è stato in grado di misurare accuratamente il dosaggio. Per esempio, il 15% dei soggetti avrebbe dato un farmaco senza misurare la febbre, e che il 55% lo avrebbe fatto anche se questa era inferiore a 38°. «Siamo sorpresi e preoccupati di aver scoperto che alcune persone pensano che i farmaci sono sicuri perché puoi comprarli senza ricetta» spiega Moles. Una preoccupazione condivisibile dal momento che il New South Wales poisons information centre, dice che nel 2008 sono arrivate 119 mila chiamate e il 48% riguardava overdose accidentali in pazienti pediatrici, e il 15% richiedeva il ricovero.

Fonte: Farmacista33, 31 agosto 2010
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: 'Genitori, attenti ai farmaci da banco'   Mar Ago 31, 2010 3:24 pm

Pediatria, i genitori sono pessimi prescrittori

Troppi errori e approssimazione con cucchiai di sciroppi per la tosse, soluzioni calma-febbre o pasticche per curare piccoli malanni di stagione. Così a rischiare di finire in ospedale, proprio per colpa di mamma e papà,
sono i bambini. A lanciare l'allarme sugli errori dei 'grandi' nel maneggiare e somministrare i farmaci Otc ai figli è uno studio australiano, condotto da Rebekah Moles dell'University of Sydney. Sotto accusa gli errori di dosaggio e l'impiego inappropriato di medicinali contro febbre, tosse e raffreddore, venduti senza ricetta: sbagli che provocano un gran numero di chiamate ai centri anti-veleno, e di corse al pronto soccorso. "Siamo sorpresi e pre ccupati di aver scoperto che alcune persone pensano che i farmaci sono sicuri perché
puoi comprarli senza ricetta – ha spiegato Moles - Ad esempio un genitore ci ha detto che se il paracetamolo è disponibile Otc, somministrarne una dose doppia non dovrebbe presentare rischi". Non si tratta di un caso isolato. Moles e il suo team hanno studiato 97 adulti in alcuni asili di Sidney: 53 madri, 7 padri e 37 operatori, tutti monitorati per un periodo di 5 mesi. L'età dei bimbi seguiti nei centri andava da 4 a 5 anni. I ricercatori hanno sottoposto tutti a una serie di test basati su potenziali problemi dei bambini, chiedendo ai partecipanti come li avrebbero affrontati e mettendo loro a disposizione comuni medicinali da banco, insieme a vari strumenti per la somministrazione e il dosaggio di questi farmaci, inclusi cucchiai e cucchiaini. I volontari dovevano decidere se e quando somministrare un farmaco, e a quale dosaggio. Misurando anche il quantitativo scelto. Ebbene, in generale il 44% avrebbe somministrato dosi sbagliate di medicinale, e solo il 64% è stato in grado di misurare accuratamente il dosaggio che intendeva dare al piccolo malato virtuale. "Abbiamo poi scoperto – ha proseguito la ricercatrice - che il 15% dei soggetti avrebbe dato al bimbo una medicina senza misurare la febbre, e che il 55% lo avrebbe fatto anche se questa era inferiore a 38 gradi". Non solo. Il New South Wales Poisons Information Centre, che riceve chiamate da tutta l'Australia, dice che nel 2008 sono arrivate 119 mila telefonate: il 48% riguardava overdose accidentali di farmaci con vittime i bambini. E il 15% richiedeva il ricovero. Nell'80% questi incidenti hanno riguardato bimbi sotto i tre anni. "Questi numeri, insieme ai nostri risultati, evidenziano che c'è urgente bisogno di riesaminare la questione dell'uso dei farmaci Otc per bambini da parte dei genitori.

Fonte: Il Farmacista Online, 31 agosto 2010
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: 'Genitori, attenti ai farmaci da banco'   

Tornare in alto Andare in basso
 
'Genitori, attenti ai farmaci da banco'
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» numero pezzi e spesa farmaci
» Deposito temporaneo farmaci scaduti
» 16 03 06 per farmaci scaduti?
» Farmaci generici
» BAMBINO TERRORIZZATO: PAURA DELL'ABBANDONO DEI GENITORI

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani - Forum :: Sezione pubblica :: Area sanitaria-
Andare verso: