Forum di discussione del M.S.F.I. - www.msfi.it
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  RegistrarsiRegistrarsi  Accedi  

Condividere | 
 

 Un sindacato inesistente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
C.Lazzeri
Farmacista M.S.F.I.


Maschile Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 15.04.08

MessaggioOggetto: Un sindacato inesistente   Mer Lug 11, 2012 1:20 am

Ormai mi dico che non serve a niente sbattersi tanto. E' cominciata una fase in cui prevale quel fatalismo che ha pervaso e pervade da tempo la farmacia italiana, in perenne attesa di qualcosa, ma non si sa che cosa.
Sulla mia isola ci sono tanti detti marinareschi che calzerebbero perfettamente alla situazione in cui versiamo:
andare alla deriva, remare controvento, non remare nella stessa direzione, abbandonare la nave nella tempesta, barca che fa acqua da tutte le parti, ecc. Alla fine penso che Schettino forse non è stato tanto malvagio come comandante... La farmacia è messa peggio, grazie all'ignavia dei farmacisti e grazie all'inconsistenza di chi ci dovrebbe rappresentare e difendere.
Quando però vedo che Federfarma (udite, udite!) minaccia serrate all'alba di ennesime batoste, ecco che mi viene su una rabbia micidiale dallo stomaco, come a dire: mi prendete per il culo? Sono anni che sento dire le solite cazzate e minacciare scioperi inutili e tardivi a cose fatte.
L'ultima volta abbiamo scomodato perfino la videoconferenza per votare a distanza l'ineluttabilità dello sciopero, addirittura con il "servizio ronda" garantito dai colleghi come deterrente per i krumiri: come è andata lo sappiamo tutti, sciopero ritirato immediatamente per una "promessa di colloquio" col ministro della sanità. E questa sarebbe una protesta? Ma chi vogliamo prendere in giro? Io ho saputo della revoca da un paziente! Non avevo nemmeno ricevuto un fax o un'e-mail di disdetta! Grassa figura di merda, con tutta la cartellonistica che avevo preparato per l'"evento", modifiche al sito internet, ecc.
Sento da anni parlare di tavoli, tavoloni e tavolini sulla farmaceutica, a cui noi non sediamo mai, di cui non siamo commensali, ma cibo. E devo sentire, ad ogni proposta o legge o decreto o colpo di mano: "valuteremo forme di protesta, come addirittura la chiusura ad oltranza", quando lo sanno tutti che i farmacisti non faranno niente e si tireranno giù i pantaloni? Lo sanno tutti, anche e soprattutto i politici o i tecnici del Governo che non abbiamo le palle per queste cose. Lo sanno e se ne approfittano. E voi? Ancora a minacciare stucchevoli e inutili proteste a cose fatte? Ma se siamo noi i primi a non crederci!
Per quanto mi riguarda, non parteciperò a iniziative del genere, per protesta contro Federfarma. Considererò un onore un'eventuale cancellazione dal sindacato, unica ritorsione che siete in grado di fare come prova di forza.

Ossequi
Dr. C.Lazzeri
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
C.Lazzeri
Farmacista M.S.F.I.


Maschile Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 15.04.08

MessaggioOggetto: Re: Un sindacato inesistente   Ven Lug 13, 2012 3:16 am

La precedente lettera l'ho mandata con la pec a federfarma, un sindacato despota con i suoi iscritti e inconcludente con le istituzioni e media.
Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un continuo tentativo di svilimento del farmacista come figura professionale e ad una mortificazione della farmacia come luogo di salute e servizio per il cittadino.
Le istituzioni (che dovrebbero salvaguardare i servizi utili al cittadino...) nel loro delirio ideologico-commerciale stanno massacrando uno dei pochi servizi pubblici sempre fruibile, ubiquitario ed efficiente, oltre che democratico.
Federfarma (che dovrebbe difendere i suoi iscritti...) niente ha fatto per proteggere il "professionista", ma ha contribuito, con i suoi silenzi ad ogni attacco mediatico, peraltro costruito ad arte, ad affossare il farmacista, a ridurlo in "commerciante".

Dobbiamo amaramente prendere atto di essere soli e che i vari governi non hanno tenuto minimamente in considerazione le esigenze del cittadino, il suo diritto alla salute.

I cittadini non sanno quello che sta succedendo, oppure sanno quello che "le Iene" o "Striscia" o i vari "Ballarò" dicono, oppure leggono i giornali servi del potere politico e tutte le loro "verità di parte".

E federfarma? Niente, muta. Quando poi a colpi di piccone le mura cedono e la farmacia rischia di scomparire, ecco che minaccia scioperi ormai a cose fatte, senza aver capito che i segnali preoccupanti c'erano da tempo, senza proporre NIENTE a livello di PROFESSIONE. A cosa serve un sindacato che non ascolta i suoi iscritti e che non ne protegge l'IMMAGINE?

Noi farmacisti siamo stati offesi in tutti i modi, solo per giustificare certe manovre politico-economiche.

NOI FARMACISTI CI SENTIAMO OFFESI, PERCHE' NESSUNO CI HA DIFESI, HA DIFESO IL NOSTRO LAVORO, LA NOSTRA PROFESSIONE, LA NOSTRA ONORABILITA' DI PROFESSIONISTI AL SERVIZIO DEL CITTADINO.

Strano paese, l'Italia. Per guadagnare devi essere "furbo", devi evadere o eludere, e allora sei uno "forte", in gamba. Se non sei furbo, ma lavori, lavori, denunci tutto per essere in regola, allora devi essere annichilito, strizzato, spremuto, giusto per rimediare ai mancati introiti da perte del "furbo". Se poi non sei furbo, né fesso, ma uno "normale", allora devi pagare allo Stato anche la TUA casa. Se sei farmacista, allora devi subire anche la gogna mediatica, perché lavorare onestamente e a costo ZERO per lo Stato, dopo una vita di studi è diventata una colpa.

Salva Italia e Cresci Italia...Debiti, povertà, perdita di lavoro, suicidi. Intanto, come nel dopo guerra, è ricominciato l'esodo verso l'Australia, dove il lavoro c'è, gli stipendi da dipendente sono congrui e dove i professionisti sono apprezzati.

L'Italia? Rimane al palo, con un'attività sola che non conosce crisi: la politica.

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
Un sindacato inesistente
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Mestruazioni scarse (ipomenorrea)

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani - Forum :: Sezione pubblica :: L'"Arena"-
Andare verso: