Forum di discussione del M.S.F.I. - www.msfi.it
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 I FURBETTI DI QUARTIERI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
CATONE IL CENSORE



Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 19.04.12

MessaggioTitolo: I FURBETTI DI QUARTIERI   Mar Ott 16, 2012 1:33 pm

Mnlf, a segno raccolte firme per cambio contratto farmacista

Quota ventimila firme ormai raggiunta. Ad annunciarlo in una nota, il Movimento nazionale liberi farmacisti (Mnlf) che un anno fa aveva lanciato l'iniziativa "Farmacista cambia contratto",
una raccolta di firme per modificare alla radice la natura del contratto di lavoro dei dipendenti di farmacia privata, oggi appartenente all'area del commercio, per spostarla a quella sanitaria.
«Non è stato facile» spiegano nella nota i dirigenti del Mnlf «molti avevano paura di comparire, difatti solo il 10-15% delle firme provengono dalla petizione online dove i nominativi sono pubblici, la stragrande maggioranza ha firmato su apposito modulo cartaceo».
Rimangono ancora dieci giorni per firmare, continua la nota, perché la raccolta verrà chiusa il prossimo 21 ottobre in concomitanza con il prossimo Congresso nazionale dei Farmacisti non titolari che si terrà a Rimini.
I risultati materiali della raccolta di firme con tutti i moduli compilati e le relative firme saranno resi pubblici in quella occasione. Mnlf lancia in conclusione un monito ai titolari di farmacia, che, sottolineano, dovrebbero condividere gli obiettivi della raccolta firme visto che «da tempo rivendicano un maggiore ruolo sanitario delle farmacie». Tale ruolo parte «proprio dal riconoscimento di un diverso contratto per i propri dipendenti, altrimenti sarebbe veramente difficile spiegare come possa coesistere una "vocazione" alla tutela della salute con un contratto legato al commercio». «Se l'attività prevalente di un farmacista è quella di suggerire i migliori percorsi di tutela della salute» conclude Mnlf, «questa attività deve essere inquadrata in un diverso contratto che ne riconosca l'elevato contributo qualitativo e di conseguenza adegui anche il corrispettivo economico percepito, corrispettivo oggi tra i più bassi in Europa».


Dalla parte dei dipendenti al solo fine di mostrarsi effimeramente in loro difesa e appesantire ulteriormente economicamente un sistema per strozzarlo al fine di perseguire il raggiungimento di sanatorie e ampliamenti,senza sforzi culturali, tecniche note con l’aggravante del pensiero che la maggioranza sia composta ancora da “gonzi”

La propaganda è “l'attività di disseminazione di idee e informazioni con lo scopo di indurre a specifiche attitudini e azioni ovvero il "conscio, metodico e pianificato utilizzo di tecniche di persuasione per raggiungere specifici obbiettivi atti a beneficiare coloro che organizzano il processo". In antitesi alla propaganda dovrebbe essere la pura e semplice esposizione dei fatti, della realtà nella loro completezza. Qualora nell'esposizione i fatti siano esposti in modo incompleto, travisati o siano aggiunti particolari inesistenti si parla di propaganda fraudolenta. L'uso della propaganda in modo fraudolento è dannoso per la libera e naturale formazione dell'opinione personale e pubblica e il danno poi si riflette sulla persona stessa e sulla società.
Casi meno estremi, ma non meno dannosi di propaganda fraudolenta sono quelli volti all'arricchimento di pochi "eletti" a discapito dell'impoverimento delle masse, rese miopi da una propaganda fatta di promesse non mantenute. In questo caso i leader, con un sapiente uso dei sondaggi, conoscono quali sono i desideri e i bisogni delle persone, promettono loro di esaudirli, ma poi nei fatti compiono azioni atte ad esaudire i loro propri desideri, spesso in antitesi con i desideri delle persone, danneggiandole.
Il successo della propaganda fraudolenta necessita di una efficace censura sui fatti esposti, altrimenti essa sarebbe facilmente smantellata. La presenza di una situazione di censura è un pesante indizio di una propaganda fraudolenta in corso. La propaganda ha la capacità di esaltare e rendere più importanti i sogni, i pensieri, i desideri rispetto alla realtà dei fatti, facendo spesso uso di simboli in modo da indurre le persone a far coincidere l'obiettivo della propaganda con i simboli utilizzati, anche quando talvolta in realtà fra loro non c'è nessun nesso.
la propaganda nera pretende di arrivare da fonte amica, ma in realtà è dell'avversario.
WIKIPEDIA
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
I FURBETTI DI QUARTIERI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani - Forum :: Sezione pubblica :: L'"Arena"-
Andare verso: