Forum di discussione del M.S.F.I. - www.msfi.it
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Distribuzione, dal Garante un segnale positivo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Distribuzione, dal Garante un segnale positivo   Dom Mag 24, 2009 11:21 pm

Il passaggio a una diversa remunerazione della dispensazione dei medicinali è un elemento favorevole per lo sviluppo della nuova farmacia dei servizi, commenta il presidente della Federazione Andrea Mandelli

"Da tempo avevamo indicato che il sistema di remunerazione della farmacia va radicalmente cambiato, e il documento del presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato Antonio Catricalà, va nella stessa direzione" così Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani commenta la "Segnalazione in relazione al sistema di remunerazione della distribuzione di farmaci a carico del Servizio sanitario nazionale" inviata a Camere e Governo dal Garante. Nella segnalazione si fa presente come il compenso della dispensazione esclusivamente con una percentuale sul prezzo del farmaco oggi sia all'origine di diversi effetti negativi, e che la soluzione sta nello sganciare dal prezzo il compenso per la dispensazione, passando invece a un compenso fisso per confezione.

"Siamo sempre stati favorevoli a una remunerazione della dispensazione dei medicinali composta da due elementi: un onorario professionale fisso e una parte variabile in funzione del prezzo, destinata a compensare i costi finanziari di approvvigionamento, esattamente come avviene in Germania". Il presidente della Federazione richiama poi l'attenzione su un altro punto della Segnalazione, dove il Garante fa presente che "un'ulteriore componente della remunerazione dei farmacisti, anch'essa sganciata dal valore dei prodotti commercializzati, potrebbe essere introdotta per incentivare l'efficienza nello svolgimento delle ulteriori attività di servizio pubblico svolte da tali operatori, quali ad esempio, i servizi offerti in collegamento con il SSN (prenotazioni visite ospedaliere, pagamento ticket eccetera)". "Mi sembra importante e significativo che il Garante parli di stimare e rimborsare i costi sostenuti, in termini di tempo e investimenti, per erogare queste prestazioni. Peraltro questo è un elemento centrale anche per favorire il decollo degli ulteriori servizi proposti dalla Federazione e che sono stati inseriti nella Delega al Governo oggi in via di approvazione (AS 1082)" aggiunge Mandelli ."La situazione è matura per abbandonare un sistema - la retribuzione a percentuale - che, oltre a ostacolare lo sviluppo della nuova farmacia, produce danni sempre maggiori alla dignità professionale. Mi riferisco per esempio al fatto che i farmaci innovativi oggi non vengono dispensati in farmacia non certo per mancanza di competenze, ma per motivi esclusivamente economici, provocando però così il disagio dei cittadini costretti a recarsi più volte presso le ASL. Con il sistema che si indica qui questa limitazione non avrebbe più ragione di essere".

Fonte: Farmacistra33, 25 maggio 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
 
Distribuzione, dal Garante un segnale positivo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Quando aspettarsi un test di gravidanza positivo?
» Ciste luteale e test gravidanza positivo
» RINFORZO: positivo e negativo
» Capacità e impedenza dei cavi di segnale.
» HER2 POSITIVO

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani - Forum :: Sezione pubblica :: Area sanitaria-
Andare verso: