Forum di discussione del M.S.F.I. - www.msfi.it
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 La FOFI in soccorso dell'Abruzzo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Mar Apr 07, 2009 2:21 pm

A seguito dell'evento sismico che ha colpito la Regione Abruzzo, la FOFI si è immediatamente attivata contattando i Presidenti degli Ordini della Regione e, d'intesa con i Presidenti di FNOMCeO, FNOVI, FNCO, IPASVI e FNCTSRM, terrà domani 7 aprile un incontro per individuare iniziative condivise
Inoltre, la Presidenza della Federazione, ha sentito gli esponenti nazionali dei farmacisti ospedalieri ed i colleghi della Farmacia ospedaliera dell'Aquila, distrutta dall'evento tellurico. In collaborazione con il Presidente dell'Ordine dei Farmacisti della Provincia dell'Aquila, dottoressa Angela Pellacchi, si è provveduto a organizzare l'attivazione di due camper itineranti, adibiti alla popolazione; tali automezzi sono stati messi a disposizione dalla Protezione Civile della Regione Lombardia e dall'Ordine dei Farmacisti di Cuneo, dall'Associazione Titolari e dall'Unifarma distribuzione; gli stessi saranno gestiti dalla Protezione Civile della Regione Abruzzo. La Federazione ha infine provveduto a significare il proprio cordoglio e quello di tutta la categoria ai congiunti della dottoressa Anna Maria Carli, titolare di farmacia dell'Aquila, deceduta a seguito del crollo della propria abitazione.

Fonte: Farmacista33, 7 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Mar Apr 07, 2009 2:21 pm

Terremoto in Abruzzo: le farmacie al servizio della popolazione

Si aggrava il bilancio delle vittime del sisma che ha colpito l'Abruzzo e in particolare la zona dell'Aquila. Le ultime notizie parlano di 92 morti accertati, 1.500 feriti, 10-15 mila edifici crollati o seriamente lesionati.
Da notizie ricevute dai colleghi Giancarlo Visini, presidente di Federfarma Abruzzo, e Alfredo Orlandi, presidente di Federfarma L'Aquila, pur nella difficoltà di avere informazioni precise per problemi di linee telefoniche, abbiamo appreso che sono diverse le farmacie della provincia dell'Aquila colpite duramente dal sisma.
In particolare, all'Aquila risulta deceduta la titolare della farmacia di piazza Duomo, Annamaria Carli, la cui farmacia è quindi rimasta chiusa. Un'altra farmacia del capoluogo sembra essere inagibile mentre le altre, pur con grandi difficoltà, sono aperte e attive e stanno dando il proprio contributo per assistere la popolazione gravemente colpita dal terremoto. È crollata anche la farmacia dell'ospedale dell'Aquila.
Il direttore delle farmacie comunali dell'Aquila riferisce che su sei farmacie, tre sono in servizio pur tra le mille difficoltà causate dalle continue scosse di assestamento, mentre altre tre sono inagibili.
In provincia, sono state danneggiate le farmacie di Pizzoli, Poggio Picenze, Fossa, Paganica, Prata d'Anzidonia, Villa Sant'Angelo, Cagnano Amiterno e Roio, i piccoli centri più colpiti dalle scosse sismiche. Il titolare di Villa Sant'Angelo sta dispensando medicinali in un tendone allestito presso un bar; i colleghi di Pizzoli e Poggio Picenze stanno cercando di riattivare il servizio.
Il presidenti di Federfarma Teramo Biagio De Martinis e di Federfarma Pescara Francesco Simoncelli riferiscono di non aver ricevuto, finora, segnalazioni di lesioni gravi alle farmacie delle due province.
Le farmacie, le cooperative e i grossisti del territorio hanno offerto la propria disponibilità per rifornire di medicinali le strutture sanitarie attive e quelle provvisorie allestite dalla Protezione civile.

Fonte: Federfarma, 6 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Mer Apr 08, 2009 1:08 am

Il catastrofico terremoto di domenica notte ha messo in ginocchio anche la Sanità. Sono in corso riunioni per rimettere in moto l'assistenza
Ieri mattina il ministro del Welfare Maurizio Sacconi è stato all'Aquila dove ha incontrato i rappresentanti della Regione Abruzzo e il commissario straordinario per la sanità regionale, "con lo scopo - si legge in una nota del ministero del Welfare - di esaminare lo stato dei bisogni socio-sanitari-assistenziali, l'adeguatezza delle strutture ospedaliere, nonché i problemi connessi con l'erogazione delle prestazioni sociali e assistenziali, inclusi gli ammortizzatori sociali nelle aziende costrette alla sospensione dell'attività".

"Attualmente - ha detto il sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio - il coordinamento rimane alla Protezione civile perché si sta ancora pensando ai soccorsi. Noi ci stiamo preparando alla fase successiva all'emergenza: da lunedì bisogna ricostruire il Sistema sanitario abruzzese. L'Abruzzo - ha ricordato il sottosegretario - è già stato commissariato da alcuni anni e dovrà comunque avere una sanità che funziona. Paradossalmente - aggiunge - questa potrebbe essere l'occasione per ridisegnare il Sistema sanitario nazionale ex novo. Ora però bisogna affrontare l'emergenza e risolvere i problemi principali come quello dell'ospedale inagibile dell'Aquila".

Una voce di rassicurazione arriva dalla Protezione Civile: "Non c'è nessuna emergenza sanitaria - ha detto ieri mattina Marta Di Gennaro, vice capo dipartimento della Protezione civile, dalla sede della sala operativa della Protezione civile a Roma. "Sono una ventina i dispersi al momento, grandine e pioggia non hanno facilitato le operazioni. Non è stato registrato inoltre alcun episodio di sciacallaggio - precisa - Le forze dell'ordine hanno messo in campo una rete antisciacallaggio efficace", assicura. Continua intanto lo sforzo per garantire a tutti gli sfollati un posto per dormire. "Nella giornata di oggi (ieri ndr) verranno montate in tutto 7 mila tende per mettere a dimora 40 mila persone. Sono state ripristinate le linee di gas ed energia - aggiunge - ed entro domani sarà tutto avviato e utilizzabile, comprese le tende sociali. Ieri sera, inoltre, sono stati distribuiti 18 mila pasti".

Fonte: Doctornews, 8 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Gio Apr 09, 2009 2:58 pm

AIFA avvia raccolta farmaci per l'Abruzzo

Un numero verde (800-571661), un fax (06-59784214) e una casella di posta elettronica (sisma@aifa.gov.it) per ricevere le dichiarazioni di disponibilità di aziende farmaceutiche, farmacisti, distributori e associazioni civili a fornire medicinali necessari alle popolazioni colpite dal terremoto in Abruzzo. E' l'iniziativa dell'Agenzia italiana del farmaco (AIFA), attivata in accordo con la Protezione civile "al fine di corrispondere alla generosa gara di solidarietà verificatasi", si legge in una nota. "Nella comunicazione da inviare via mail, fax o numero verde all'AIFA - precisa il comunicato - devono essere indicati esattamente tipologie, denominazione e quantità dei farmaci messi a disposizione. Si sottolinea che tali medicinali al momento non devono essere né inviati né stoccati. E' inoltre necessario indicare nominativo e recapiti della persona da contattare per attivare l'eventuale invio dei medicinali, che avverrà su specifica richiesta dell'Aifa dietro istanza della Protezione civile".

Fonte: Farmacista33, 9 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Gio Apr 09, 2009 2:59 pm

Solidarietà ADF per il terremoto in Abruzzo

L'Associazione distributori farmaceutici (ADF) ha attivato, presso la propria sede associativa, un'apposita unità di crisi dopo l'emergenza terremoto che ha colpito l'Abruzzo. L'unità, contattabile ai numeri 06/4870148 - 06/4828606, si attiverà nel caso in cui dovessero essere decise delle forme di distribuzione dei medicinali e altri prodotti salutistici nelle aree disastrate dal sisma. L'ADF ne ha dato comunicazione al ministero della Salute, all'AIFA e all'assessorato alla Sanità Regione Abruzzo. "Nell'esprimere la più viva e sentita solidarietà nei confronti di tutti coloro che sono stati colpiti da questa eccezionale calamità - scrive Carmelo Riccobono, presidente dell'ADF - sentiamo il dovere di rappresentare la massima disponibilità delle aziende di distribuzione intermedia del farmaco associate ADF nel caso in cui si ritenga necessario attivare delle forme di distribuzione dei medicinali e altri prodotti salutistici nelle aree disastrate, in accordo alle disposizioni prese dalle Autorità regionali e dagli organismi di soccorso operanti sul posto. A tal fine è stata costituita presso la nostra sede associativa un'apposita unità di crisi".

Fonte: Farmacista33, 9 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Gio Apr 09, 2009 3:00 pm

Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali si è attivato immediatamente dopo il disastroso sisma che ha colpito la Regione Abruzzo ponendo in stato di allerta tutti gli ospedali romani; istituendo una Unità di crisi presieduta dallo stesso Ministro Maurizio Sacconi; partecipando al Comitato Operativo per l’Emergenza (EMERCOM) della Protezione Civile e convocando urgentemente il sub Commissario della Regione Lazio Mario Morlacco per fotografare le urgenze alle quali rispondere con efficacia e rapidità.

Il Ministero è mobilitato 24 ore su 24 in sinergia con la Protezione Civile per la gestione degli aspetti sanitari della crisi a partire dal sangue, dai farmaci sino alla ricettività delle strutture ospedaliere.

Le necessità ematiche sono coordinate dal Centro Nazionale Sangue dell’ISS, mediante la Rete dei Centri Regionali e sarà garantito il monitoraggio costante dei fabbisogni trasfusionali.

Per i farmaci è intervenuta l’Agenzia Italiana del Farmaco che si farà carico, assieme al Ministero, delle azioni di coordinamento dei diversi attori del sistema farmaceutico finalizzate per fronteggiare la crisi.

La Croce Rossa è intervenuta con il Commissario Straordinario Francesco Rocca ed ha attivato presidi medici avanzati per il primo soccorso e cucine da campo. Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali sottolinea la necessità di osservare le misure di profilassi e ricorda l’importanza di effettuare azioni semplici come il lavaggio delle mani e di rispettare le norme igieniche nel consumo di acqua e alimenti.

Il Ministro Maurizio Sacconi ha incontrato a l’Aquila i rappresentanti della Regione Abruzzo e il Commissario Straordinario per la Sanità della Regione per l’esame dei bisogni socio-sanitari-assistenziali, per l’adeguatezza delle strutture ospedaliere, per i problemi connessi con l’erogazione delle prestazioni assistenziali inclusi gli ammortizzatori sociali nelle aziende costrette alla sospensione dell’attività.

Fonte: ministerosalute.it, 7 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Gio Apr 09, 2009 3:02 pm

L’Agenzia Italiana del Farmaco, in raccordo con la Protezione Civile, e al fine di corrispondere alla generosa gara di solidarietà verificatasi, ha attivato una casella di posta elettronica (sisma@aifa.gov.it), un Numero Verde (800 571 661) e un fax (06 59784214) dedicati a ricevere le dichiarazioni di disponibilità a fornire farmaci necessari alle popolazioni colpite dal terremoto da parte dei diversi attori del sistema farmaceutico (Aziende, Farmacisti, Distributori) e delle Associazioni della società civile.Nella comunicazione, da inviare via mail, fax o Numero Verde all’Aifa, devono essere indicati esattamente tipologie, denominazione e quantità dei farmaci messi a disposizione.

Si sottolinea che tali medicinali al momento non devono essere né inviati né stoccati.

E’ inoltre necessario indicare nominativo e recapiti della persona da contattare per attivare l’eventuale invio dei farmaci che avverrà su specifica richiesta dell’Aifa dietro istanza della Protezione civile.

Fonte: AIFA, 8 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Gio Apr 09, 2009 3:04 pm

in occasione dei drammatici eventi dei giorni scorsi relativi al terremoto in Abruzzo,
federazione in accordo con la FOFI ha iniziato un lavoro di reclutamento di farmacisti che
vogliano mettere a disposizione delle autorità per svolgere il proprio lavoro nelle aree colpite
terremoto e che vertono in condizioni particolarmente difficili.
Domani mattina partirà da Cuneo un camper-farmacia con due giovani farmacisti
seguito e che richiederà nelle prossime settimane l’impegno di altri colleghi; oltre alla gestione
camper dovrebbero esserci richieste da parte di ospedali, sia da campo che non, oltre che richieste
da parte delle pochissime farmacie che hanno potuto riaprire e che non riescono a far fronte
necessità della popolazione.
Da chi si voglia mettere a disposizione per un intervento sul luogo abbiamo bisogno:
• del nominativo
• del numero di telefono cellulare e fisso
• della e-mail
• del periodo di disponibilità
Avuti questi dati, che la nostra segreteria raccoglierà, comunicheremo alla FOFI l’elenco che
messo a disposizione della protezione civile che convocherà i volontari.
L’indirizzo di posta elettronica della segreteria della federazione
fenagifar@zeroseicongressi.it; il numero di fax è: 06.85352882
È inutile sottolinearti l’importanza di questa iniziativa e la serietà e l’impegno, che dovranno
essere massimi, di chi si metterà a disposizione.
Grazie

Fonte: Fenagifar.it
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Mer Apr 15, 2009 1:48 am

Terremoto: Governo supporta l'impegno dei farmacisti

La FOFI esprime apprezzamento per le misure prese in Consiglio dei ministri per rendere più agevole la dispensazione dei farmaci. Sono già pienamente operative le farmacie mobili allestite da Ordini e Federazione
E' stata approvata giovedì 9 aprile la misura che consente ai "farmacisti pubblici e privati di dispensare senza alcuna formalità i medicinali a carico del SSN. E' una misura fondamentale per garantire la continuità assistenziale, e agevolare il lavoro dei colleghi impegnati nella zona del disastro, della quale siamo grati al Governo" così Andrea Mandelli, presidente della FOFI, commenta la notizia del provvedimento deliberato nel corso di una riunione urgente del Consiglio dei Ministri. Sul fronte degli interventi, sabato 11 aprile è giunta in Abruzzo la farmacia allestita in un container, voluta dalla Federazione per garantire la continuità assistenziale. Un'iniziativa resa possibile dalla collaborazione delle aziende Bottigelli, Aboca e Alleanza Salute. La struttura è stata collocata presso l'Ospedale San Salvatore L'Aquila - località Coppito. Posizionata nell'Ospedale da campo, svolgerà l'attività della farmacia ospedaliera e garantirà anche la dispensazione dei farmaci alla popolazione. La gestione della struttura è affidata ai colleghi della Farmacia Ospedaliera dell'Asl dell'Aquila, due dei quali - Maria Pia Lucchese e Nicola Pierleoni - l'hanno presa in consegna al suo arrivo. La Federazione ringrazia le aziende che hanno reso possibile questo suo intervento. La FOFI ricorda che già da mercoledì 8 aprile è attivo a Tempera il camper farmacia che l'Ordine Provinciale dei Farmacisti di Cuneo, con il patrocinio della FOFI, ha allestito in collaborazione con la Protezione civile. La struttura, completamente autosufficiente, oltre a consentire la conservazione e la dispensazione dei farmaci e dell'ossigeno, permette anche di eseguire la diagnostica di primo livello. "Una possibilità che si è rivelata preziosa a Tempera" spiega il presidente dell'Ordine di Cuneo e membro del Comitato centrale della FOFI, Ernesto Cornaglia "per esempio per il monitoraggio dei pazienti in trattamento con gli anticoagulanti: l'inagibilità delle strutture ospedaliere aveva reso problematica l'esecuzione di alcuni test della coagulazione indispensabili per il dosaggio del farmaco".

La solidarietà di aziende produttrici e della distribuzione ha garantito un rapido afflusso dei medicinali necessari ai bisogni della popolazione. "A questo punto è necessario assicurare conservazione e dispensazione dei farmaci nei diversi campi allestiti dalla Protezione civile" spiega Cornaglia, che coordina l'attività della farmacia mobile. "Attualmente i campi da gestire sono cinque. Il più grande è quello di Tempera, dove mercoledì è giunto il nostro camper farmacia, cui si aggiungono quelli di Paganica, Onna, Camarda e Campotosto, il più recente, che dista 50 km dalla sede dei nostri volontari. Lanciamo quindi un appello ai colleghi perché prestino la loro opera". Gli interessati possono scrivere direttamente al dottor Cornaglia all'indirizzo e-mail posta@fofi.it. "Anche in questa tragica situazione i farmacisti si stanno impegnando per fornire tutti i servizi che la farmacia garantisce da sempre alla popolazione" spiega Andrea Mandelli. "La Federazione, quindi, ringrazia i colleghi che stanno dando in queste giornate una dimostrazione dei valori fondanti della professione. Un ringraziamento va anche alla Presidente dell'Ordine dell'Aquila Angela Pellacchi. Da parte nostra li affiancheremo con ogni mezzo, nell'emergenza e nella fase della ricostruzione".

Fonte: Farmacista33, 15 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Mer Apr 15, 2009 1:48 am

Sospendere le quote ENPAF nelle zone colpite

La FOFI ha chiesto all'ENPAF di sospendere, alla luce delle urgenti misure adottate dall'Esecutivo con l'ordinanza n. 3754 del 9 aprile 2009, fino al 30 novembre 2009, la riscossione delle quote contributive nei confronti di tutti i farmacisti, residenti e/o operanti nella provincia dell'Aquila e in tutti i comuni interessati dal sisma. Infatti nel testo dell'Ordinanza si prevede, tra l'altro, la possibilità per i lavoratori autonomi e i datori di lavoro di non versare fino a quella data i contributi previdenziali ed assistenziali.

Fonte: Farmacista33, 15 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Mer Apr 15, 2009 1:49 am

Banco Farmaceutico raggiunge l'Abruzzo

La Fondazione Banco Farmaceutico ha rifornito di medicinali la Farmacia mobile della Protezione civile di Cesano Maderno e di Federfarma, inviata al "Posto Medico Avanzato della Colonna Mobile dei Soccorsi" della Regione Lombardia in Abruzzo. Nella struttura mobile sono disponibili i farmaci che sono più utili alle esigenze della popolazione sfollata, spiega la stessa Fondazione in una nota. La Farmacia mobile è attiva da ieri mattina nel campo organizzato a Monticchio, una frazione dell'Aquila. La prima dotazione di farmaci si è resa disponibile grazie alle donazioni pervenute alla Fondazione Banco Farmaceutico da parte dell'Opera San Francesco di Milano e di Alleanza Salute. La Fondazione Banco Farmaceutico inoltre ha allertato i propri responsabili locali per identificare ulteriori esigenze, che si verranno a creare e in base alle indicazioni dei farmacisti volontari che operano all'interno della struttura". La Fondazione Banco Farmaceutico ha attivato inoltre un canale di raccolta fondi a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto. I fondi raccolti saranno destinati all'acquisto di farmaci. Conto corrente bancario presso Farbanca Spa Iban: IT56 F031 1002 4000 0157 0013 701. Intestato a: Fondazione Banco Farmaceutico onlus, Causale: Emergenza terremoto Abruzzo.

Fonte: Farmacista33, 15 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Admin



Maschile Numero di messaggi : 570
Località : M.S.F.I.
Data d'iscrizione : 03.04.08

MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   Lun Apr 20, 2009 3:06 pm

In Abruzzo ora non mancano farmaci

Angela Pellacchy, presidente dell'Ordine dei Farmacisti dell'Aquila, chiede che per il momento vengano sospesi gli invii di farmaci nelle zone colpite dal terremoto. "I medicinali giunti qui sono già moltissimi, cosa della quale ringrazio tutti coloro che si sono subito mossi in questo senso. Ora, però, siamo impegnati censire i farmaci di cui disponiamo e ad allocarli razionalmente nei due centri di raccolta istituiti all'Aquila. In questo momento l'arrivo di altro materiale sarebbe probabilmente uno spreco" dice Pellacchy. "Chi volesse contribuire con la generosità incontrata finora potrebbe segnalarci la sua disponibilità, alla quale ricorrere in una fase successiva".

Fonte: Farmacista33, 20 aprile 2009
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://darimar.altervista.org/movimento
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: La FOFI in soccorso dell'Abruzzo   

Tornare in alto Andare in basso
 
La FOFI in soccorso dell'Abruzzo
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Sentenza della Corte Costituzionale n.127 dell'8 aprile 2010 (centri di raccolta)
» cerco appunti di ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE GRECO E ROMANA e di ARCHEOLOGIA CRISTIANA
» 12 crediti a scelta dell studente...ma come funzionano????
» Presentazione dell'assessore Ganapini
» Artisti uniti x l' abruzzo - domani 21-04-09

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Movimento Spontaneo Farmacisti Italiani - Forum :: Sezione pubblica :: Area sanitaria-
Andare verso: